I medici convenzionati pur non essendo lavoratori dipendenti possono accedere comunque ad un tipo vantaggioso di prestito normalmente erogato ai dipendenti statali!

I medici convenzionati a tempo indeterminato e soggetti a trattenuta:

ENPAM (medici e pediatri)
ENPAP (psicologi)
ENPAF (farmacisti)
ENPAV (veterinari)
ENPAB (biologi)

hanno la possibilità di scegliere il prestito delega o doppio quinto per la propria esigenza di liquidità!

La rata massima del prestito delega è pari a un quinto del cedolino mensile e non c’è un limite massimo all’importo finanziabile: la liquidità che potrai ottenere varia in base alla tua retribuzione.
Con il prestito delega, anche i medici convenzionati possono avere questi vantaggi:

 

•nessuna garanzia: il prestito è a firma singola
•dilazione fino a 120 mesi per ottenere un importo più alto e rate più snelle
•nessuna motivazione per la richiesta del prestito delega
• nessuna spesa d’istrutoria

 

Il prestito delega inoltre può essere richiesto anche da medici convenzionati che abbiano subito eventuali pignoramenti, protesti o segnalazioni al CRIF. Basta una minima anzianità di servizio!

Scegli la comodità di questi prestiti: le rate vengono pagate direttamente sul cedolino mensile!

Possono accedere al prestito delega  i medici convenzionati  appartenenti ai seguenti enti:

APSS, USL, ASL, USSL, AUSL, AUSL, ASSL, OSPEDALE, PRESIDIO OSPEDALIERO, AO AZIENDA OSPEDALIERA, ULSS, AS POLICLINICO, POLISPECIALISTICA, ASO, SSN, EO ENTE OSPEDALIERO.

Chiedici un preventivo gratuito e senza impegno compilando il modulo a destra: professionalità e serietà ti aspettano!