La cessione del quinto è un prestito personale riservato a dipendenti con un contratto di lavoro a tempo indeterminato e a pensionati. Si tratta di un finanziamento non finalizzato, ciò significa che permette al richiedente di usare l’erogato nel modo che considera più conveniente senza dover presentare documentazione né altre giustificazioni.

Si tratta di un prestito vantaggioso per diversi motivi:
– Ha un tasso d’interesse basso e invariabile
– Si può dilazionare fino a 120 mesi
– È un prestito rimborsabile a rate fisse
– Ottenibile anche nel caso di “cattivi pagatori” o protestati

 

Una delle particolarità più importanti della cessione del quinto è che si tratta di un prestito legato all’attività lavorativa. Il motivo è che prevede una restituzione tramite la trattenuta delle rate direttamente dalla busta paga del richiedente ed è il proprio datore di lavoro a realizzare i versamenti mensili. Nel caso dei pensionati, le rate vengono addebitate automaticamente sulla pensione dei richiedenti

 

Per quanto riguarda l’importo ottenibile con la cessione del quinto, dipenderà dalla tipologia di stipendio del richiedente e dalla durata del prestito. Detto ciò, è bene sottolineare che la rata per la restituzione della cessione del quinto non potrà superare un quinto dello stipendio netto mensile del richiedente o della pensione.

 

Per saperne di più: iter della cessione del quinto, prestito delega e prestiti online.