Cessione del Quinto

Cessioni del Quinto dello Stipendio

Quando un  finanziamento viene erogato per poi essere rimborsato attraverso la trattenuta di parte dello stipendio, viene definito Cessione del Quinto.

Il quinto dello stipendio è la quota che rappresenta la rata mensile per ripagare il finanziamento, ed equivale quindi al 20% circa del netto della busta paga.

La cessione del quinto è un finanziamento non finalizzato, in quanto  il richiedente non deve necessariamente motivare la sua richiesta sull’importo che gli serve, perché può utilizzarlo per ogni sua necessità.

Il finanziamento tramite cessione del quinto è dedicato ai lavoratori dipendenti sia pubblici che privati ed è un metodo molto comodo per poter ottenere una somma cospicua al fine di coprire piccole spese familiari o altri piccoli acquisti più o meno imprevisti.

Gli enti che concedono i finanziamenti tramite cessione del quinto sono le banche, gli intermediari finanziari iscritti all’albo dell’Ufficio Italiano dei Cambi (IUC), e tutte le società creditizie abilitate dallo stato a concedere finanziamenti direttamente online.

E’ importante fare una buona ricerca soprattutto tra queste ultime perché sono quelle che solitamente sbrigano procedure e burocrazia direttamente on line con tempi e costi molto competitivi.

Il finanziamento concesso al cliente sarà poi rimborsato attraverso rate mensili ad importo e tasso fisso, dietro autorizzazione del datore di lavoro al trattenimento di una quinta parte del suo stipendio direttamente sulla busta paga. E’ il datore di lavoro che intesserà il rapporto con l’ente che avrà erogato il finanziamento, poiché questo otterrà il suo pagamento direttamente dal datore di lavoro, il tutto senza che ci siano altri costi od operazioni per il richiedente / lavoratore.

Il datore di lavoro ha l’unico impegno di versare le rate all’ente, non altri oneri di tipo economico.

E’ possibile estinguere il debito entro massimo 10 anni consecutivi (120 mensilità).

La nascita del finanziamento attraverso la cessione del quinto si deve alla volontà di agevolare i dipendenti statali ma poi la formula si è estesa a tutti i lavoratori.

L’obbligo del datore di lavoro però, di accettare la richiesta del finanziamento da parte del suo dipendente, sembra che resti solo nel caso di aziende statali.

Quanto alla somma liquida che il cliente richiede, questa viene erogata tramite bonifico bancario sul suo conto corrente oppure, a scelta, tramite assegno circolare spedito al suo indirizzo di casa.

Non è molto conveniente chiedere piccole somme tramite un finanziamento con cessione del quinto perché le spese istruttorie e gli interessi che vengono aggiuti alla quota capitale da versare diventano una parte importante della rata mensile.

 

Your email will not be published. Name and Email fields are required.