Cessione del 5

Oct 19, 2020 (0) comment

Assicurazione “rischio perdita impiego”

I prestiti cessione del quinto, eccetto le cessioni del quinto a pensionati, obbligano alla stipula di un’assicurazione per “rischio perdita d’impiego” che ha la finalità di difendere sia la banca erogante sia il richiedente, in caso di perdita ingiustificata del posto di lavoro. Infatti, questa polizza copre soltanto i casi in cui non esistono motivazioni che giustifichino la nuova situazione di disoccupazione del dipendente richiedente della cessione del quinto. Ossia, la polizza “rischio perdita impiego” non copre le dimissioni involontarie o i licenziamenti motivati. Per il contrario sono coperti i casi di fallimento o insolvenza dell’azienda oppure licenziamento ingiustificato.

Il costo di una polizza “rischio perdita impiego” nel caso della cessione del quinto è solitamente moderato. Il motivo è che questo prestito è riservato a dipendenti statali e pubblici e, pertanto, il rischio di perdere l’impiego è  basso. (spiegare anche per i dipendenti privati)
Esistono due tipologie di polizze assicurative relative al lavoro nella cessione del quinto:

  • Polizza assicurativa rischio credito: in questa modalità di polizza, in caso d’insolvenza, la compagnia assicurativa salda tutto il debito all’istituto di credito però mantiene la facoltà di rivalsa sul richiedente del prestito. Nel caso in cui, il debitore trovasse un nuovo lavoro, la compagnia potrebbe richiedere la totalità dell’importo dovuto.
  • Polizza Perdite Pecuniarie: questa polizza viene sostenuta dal richiedente nel momento dell’erogazione della cessione del quinto e appare come voce indipendente nel contratto di prestito. La copertura offerta di questa polizza è maggiore in quanto la compagnia si fa carico del pagamento delle rate di restituzione del prestito finché il richiedente non ha lavoro e non avrà diritto di rivalsa su queste mensilità.

Il costo di queste due polizze è molto simile e, d’altro canto, non è importante per il richiedente il fatto che l’assicurazione abbia una voce autonoma nel contratto oppure venga inserita nella voce “Commissioni della Banca”. È consigliabile però, informarsi bene delle assicurazioni comprese e/o obbligatorie in un contratto di qualsiasi tipologie di prestito. Inoltre, è buona pratica cercare sempre una consulenza certificata e seria nel momento in cui si decide di richiedere un prestito per fare in modo di scegliere sempre la strada giusta.

Per saperne di più: prestiti per pensionati INPDAP e prestito delega

Comment (0)

Leave a Comments